Non solo Immobile: tra i protagonisti della splendida stagione della Lazio di Simone Inzaghi c’è anche Luis Alberto, ma quella che oggi è la fortuna dei biancocelesti fu un clamoroso errore del Barcellona… 

Bocciatura

Oggi guida la classifica degli assistman in Serie A dall’alto dei suoi 15 suggerimenti vincenti e la Lazio se lo tiene stretto, ma in pochi credevano all’esplosione del trequartista spagnolo, specie dopo la bocciatura ricevuta ai tempi di Barcellona… 

Mancato riscatto

Quasi nessuno riscorda che l’attuale numero 10 biancoceleste ha vestito in passato anche la prestigiosa camiseta blaugrana: era la stagione 2012/13 e Luis Alberto mise a segno 11 gol, dispensando ben 18 assist, tra le file del Barcellona B nella Segunda Divison spagnola! Malgrado tale eccellente rendimento, la dirigenza del Barça ritenne non valesse la pena di riscattare il cartellino del ragazzo, all’epoca di proprietà del Siviglia, per soli 3,8 milioni… 

Bonus presenze

Ai 3,8 milioni pattuiti per il riscatto del cartellino, il club blaugrana avrebbe dovuto aggiungerne uno ad ogni 25 presenze di Luis Alberto in blaugrana fino ad un massimo di 100: quindi un bonus di 4 milioni in totale, cifra ampiamente alla portata delle casse del Barça, che di milioni negli ultimi anni è arrivato a spenderne 150 per bidoni come Dembelé!

Nessun rancore

Al di là del mancato riscatto e del rimpianto per quel che poteva essere e non è stato, Luis Alberto non rinnega la breve parentesi blaugrana:

Al di là del rammarico per il mancato riscatto, la stagione passata al Barcellona mi ha fatto crescere come uomo e come professionista. Sarà sempre grato al club.