Costretto a guardare gli Europei da casa, Nicolò Zaniolo non vede l’ora di tornare a vestire la maglia Azzurra, ma nel frattempo sostiene l’Italia a distanza e si carica in vista dell’inizio della nuova stagione, la prima agli ordini di Josè Mourinho…

Yes, we can!

Senza quel brutto infortunio al ginocchio che lo ha tenuto a lungo lontano dal campo, Nicolò Zaniolo avrebbe certamente fatto parte della spedizione azzurra ad Euro 2021, ma il fantasista della Roma guarda avanti e fa il tifo per l’Italia, convinto che i suoi compagni possano centrare l’impresa anche senza di lui:

Tifo come un matto, non sono sorpreso dalla forza del gruppo. Vincere Euro 2020? Non dico niente ma… Arrivati a questo punto quale nazionale non avrebbe paura dell’Italia? Credo nessuna.

La forza del gruppo

Il segreto di quest’Italia, secondo Zaniolo, è la forza di un gruppo in cui tutti si sentono importanti e possono fare la differenza, il Belgio è avvisato:

I titolari non sono undici ma è tutto il gruppo, e non è una frase fatta. Basta vedere cos’è successo contro l’Austria: chi entra decide la partita, si vince tutti insieme. Il Belgio? Sono forti, Lukaku è un fenomeno e magari recuperano pure De Bruyne e Hazard. Ma abbiamo giocatori in grado di metterli in difficoltà.

Agli ordini di Mou

L’infortunio è ormai alle spalle e Zaniolo è pronto a tornare in campo per dimostrare a Josè Mourinho di cosa sia capace:

Mi sento benissimo e non vedo l’ora di ricominciare a giocare a calcio. Roma? Dico solo che siamo tutti gasati, vogliamo dimostrare a Mourinho quanto valiamo.