In campo Roy Keane era un duro e nello spogliatoio ne aveva per tutti, anche per CR7…

Motivatore

Se Cristiano Ronaldo è diventato il più forte al mondo, il merito va riconosciuto anche a Roy Keane, che ai tempi dello United lo prendeva di mira per spronarlo a dare il meglio di sè, parola dell’ex Red Devil Djemba-Djemba:

Posso tranquillamente dire che Keane era durissimo con Ronaldo, sia in campo che in allenamento, perchè voleva che Cristiano migliorasse. E Keane sapeva che poteva diventare ancora più forte di quanto già non fosse e arrivare al livello in cui è ora. Avere qualcuno come Keane che si arrabbiava con lui ha sicuramente aiutato a lungo termine Ronaldo a trasformarsi nel calciatore che tutti conosciamo.

Battaglia persa

Se CR7 ha saputo far tesoro dei rimproveri di Roy Keane, lo stesso non si può dire nel caso del brasiliano Kleberson, refrattario alle lavate di capo dell’allora capitano dello United:

Kleberson sembrava ti facesse sempre un favore a scendere in campo e voleva giocare lentamente. Mi ricordo che in una partita di Champions siamo scesi negli spogliatoi e c’era Keane che gli urlava contro. ?Ti devi svegliare, devi dare tutto, devi contrastare gli avversari! Perchè non ti va di giocare? Hai appena vinto il mondiale, che ti è successo? Devi giocare meglio!’. Ed era una scena spaventosa dal punto di vista di Kleberson. Che però rideva sempre e rideva anche mentre Keane gli diceva quelle cose. Il che faceva arrabbiare Roy ancora di più!