Non avesse fatto il calciatore, N’Golo Kanté avrebbe lavorato dietro ad una scrivania, sfruttando il suo diploma di ragioniere…

Pallone e studio

Oggi N’Golo Kanté è tra i migliori nel suo ruolo e vanta un palmarès invidiabile, ma gli inizi nelle serie inferiori del calcio francese non furono facili e per questo il centrocampista francese decise di portare avanti gli studi al fine di garantirsi un futuro:

Ero a Boulogne, facevo parte della seconda squadra. Eravamo prima in sesta e poi in quinta divisione e naturalmente non eravamo professionisti. Quindi ho continuato a studiare, perchè non ero sicuro che avrei potuto guadagnarmi da vivere come calciatore.

Diplomato

Prima di abbandonare gli studi per dedicarsi anima e corpo al calcio, Kanté riuscì a conseguire il diploma in ragioneria e chissà che in futuro non possa tornargli utile:

A diciotto anni mi sono diplomato e ho studiato ragioneria per altri due anni. Quando sono arrivato in prima squadra ho firmato un contratto da professionista, ho smesso di studiare. Sono comunque un ragioniere certificato, ma ora preferisco concentrarmi sul calcio.