Sono tanti i doppi ex di Juve-Fiorentina: ecco chi è passato da una parte all’altra…

Da Cuccureddu a Gentile

Nonostante l’odio atavico che le ha da sempre divise, Fiorentina e Juventus si sono più volte ritrovate a fare affari insieme. Tanti i calciatori che sono passati da una parte all’altra della barricata, a partire da Antonello Cuccureddu e Claudio Gentile, che nell’estate del 1984 approdano a Firenze dopo essere statI per oltre un decennio autentiche bandiere bianconere.

Firenze insorge!

Il percorso inverso lo compierà invece Roberto Baggio nel 1990, quando la famiglia Pontello, allora proprietaria del club viola cede alle lusinghe dell’Avvocato Agnelli, che mette sul piatto la cifra monstre di 18 miliardi delle vecchie lire per portarsi a casa il Divin Codino. La notizia della cessione di Baggio alla Juve è accolta con un misto di rabbia e incredulità dalla tifoseria viola, che si sente derubata e tradita e scende in piazza per manifestare tutta la propria indignazione.

Il gran rifiuto 

La protesta non sortisce effetto, i Pontello non tornano indietro e Roby si trasferisce a Torino, ma non dimenticherà mai Firenze. Alla prima da avversario al Franchi, infatti, Baggio si rifiuta di calciare un rigore da lui stesso procurato e poi sbagliato da Gigi De Agostini, inimicandosi i tifosi della sua nuova squadra, che gli rimprovereranno sempre d’esser rimasto troppo legato ai colori viola.

Da Di Livio a Bernardeschi

Tra i calciatori che hanno indossato entrambe le maglie ricordiamo, oltre al già citato Divin Codino, Moreno Torricelli, Angelo Di Livio, Enzo Maresca, Adrian Mutu, Manuele Blasi, Fabrizio Miccoli, Giorgio Chiellini, Valeri Bojinov, Christian Vieri, Felipe Melo, Amauri, Luca Toni, Fabio Quagliarella e Federico Bernardeschi.