Mentre su Twitter spopola l’hashtag #InterOut, ci si domanda, legittimamente, se Antonio Conte abbia dimostrato di valere lo stipendio che percepisce, dal momento che esce anche lui dalla Champions all’ultima gara del girone, esattamente come Spalletti un anno fa…

Regalo anticipato

Certo, il Barcellona ce l’aveva messa tutta per dare una mano all’Inter, lasciando a casa Messi e Piquè e presentandosi a San Siro con quattro canterani e due soli titolari, ma i nerazzurri non hanno saputo approfittare della situazione e scartare il regalo natalizio anticipato spedito con tanto di biglietto di auguri dalle Ramblas!

Occasione persa

Un’occasione persa per un’Inter che deve mangiarsi le mani per il pari casalingo col modesto Slavia e la sconfitta di Dortmund, arrivata al termine di una partita che aveva visto i nerazzurri in vantaggio di due gol prima del veemente ritorno del Borussia! Un’occasione persa per Antonio Conte, che doveva sfatare il suo personale tabù europeo e invece desta ancora una volta l’impressione di trovarsi a proprio agio solo nell’orticello di casa sua!

Come Spalletti

Meriterebbe di essere rivalutato, a questo punto, il lavoro di Luciano Spalletti, che con uno stipendio assai meno oneroso ed una rosa certamente meno attrezzata di quella a disposizione di Conte aveva raccolto in Champions lo stesso risultato ottenuto dal ben più pagato collega: eliminazione all’ultimo turno di un girone che anche in quel caso annoverava il Barcellona tra le avversarie dei nerazzurri! Diamo un’occhiata ai numeri del 2018 europei dei nerazzurri con il tecnico toscano:

Lukaku vs Icardi

Forse oggi qualcuno, tra i tifosi nerazzurri, starà rimpiangendo quel Maurito Icardi messo precipitosamente alla porta per far spazio ad uno che la porta, al contrario dell’argentino, la vede poco… Anche ieri sera Lukaku non si è smentito: per segnare un gol deve sbagliarne almeno tre! E i tre falliti, purtroppo per lui e per l’Inter, pesano ben più di quello realizzato! Ci fosse stato Icardi, forse almeno una palla su tre l’avrebbe buttata dentro…