Vi ricordate di Marco Ballotta? L’ex portiere di Inter e Lazio (campione d’Italia con i biancocelesti nel 2000) non smette mai di stupire e torna in campo alla veneranda età di 57 anni suonati!  E’ successo domenica nell’Eccellenza emiliano-romagnola: Ballotta è oggi il Presidente del Castelvetro e, a causa dell’infortunio del secondo portiere della prima squadra, si è rimesso i guantoni ed è andato in panchina nel derby contro la Vignolese, senza però scendere in campo. Per questa volta, perché in futuro potrebbe ancora esserci bisogno di lui…



“Ho fatto solo numero”

In panchina a 57 anni, eppure Ballotta non si prende troppo sul serio. Anzi, il portiere emiliano classe 1964 del Castelvetro commenta con ironia il suo ritorno sul campo:

La verità è che ho fatto solo numero: il mister mi ha chiesto di dare una mano e non mi sono tirato indietro. Fortunatamente non c’è stato bisogno di me!



I record di nonno Ballotta

Eppure non si tratta del primo record registrato in carriera da Ballotta. Il Presidente del Castelvetro è infatti:

  • Il giocatore più anziano ad aver disputato un incontro di Serie A (44 anni e 38 giorni)
  • Il giocatore più anziano ad aver disputato un incontro di Champions League (43 anni e 253 giorni)

Record entrambi destinati a resistere ancora per molti anni. Nel frattempo, anziché godersi la meritata pensione, nonno Ballotta preferisce infilarsi di nuovo i guantoni…