Lo chiamano The Hurricane e non soltanto per una questione di assonanza: Harry Kane è un vero bomber di razza, roba da oltre 200 reti in 8 stagioni con la maglia del Tottenham. Peccato che, in tanti anni a Londra, il centravanti inglese abbia collezionato tanti gol ma nemmeno lo straccio di un trofeo. Rimessosi in sesto dopo un brutto infortunio patito nel corso della scorsa stagione, Kane ha ripreso a segnare con una media realizzativa davvero invidiabile e, puntualissime, riecco accendersi le sirene di mercato



Servono 150 milioni di sterline

Sulle tracce del centravanti della Nazionale inglese ci sono un po’ tutti i top club europei, capitanati però dalle big di Premier: i centravanti dei Tre Leoni, tradizionalmente, faticano ad adattarsi ad altri campionati. Secondo quanto riporta il Daily Mail, il Tottenham non vorrebbe farsi trovare impreparato nel caso in cui il bomber, a fine stagione, chiedesse il trasferimento: il club londinese avrebbe già fissato il prezzo dell’attaccante inglese in 150 milioni di sterline, circa 173 milioni di euro. Una cifra importante, seconda solo ai trasferimenti di Neymar (222 milioni di euro) e Mbappé (180 milioni), entrambi finiti al PSG.



Goodbye, Spurs!

Secondo quanto riporta la stampa inglese, il centravanti della Nazionale inglese avrebbe manifestato alla dirigenza la sua intenzione di cambiare aria già in estate. Kane, scontento per la mancanza di progressi della squadra in questa stagione, vorrebbe che il suo futuro fosse risolto prima dell’inizio dell’Europeo ma, visto che il suo contratto scade tra tre anni, dovrà affrontare una non facile trattativa col presidente Daniel Levy. A precisa domanda sul proprio futuro, qualche mese fa lo stesso Kane aveva risposto così:

Rimanere a vita al Tottenham? È una di quelle domande a cui non posso rispondere né sì né no. Amo gli Spurs e li amerò per sempre, ma ho sempre detto che se sentissi che non stiamo crescendo e che non stiamo andando nella giusta direzione, non rimarrei solo per l’amore di farlo. Sono un calciatore ambizioso, voglio migliorare e diventare uno dei top al mondo. Non posso dire che resterò per sempre, ma non è neanche escluso

Certo, se il prezzo è quello fissato dal Presidente Levy, Londra potrebbe diventare la prigione dorata del centravanti inglese…