Altro che salvatore della Patria, Raymond Domenech è un disastro totale: tornato in panchina dopo oltre 10 anni di inattività, l’ex c.t. francese non è ancora riuscito a centrare la vittoria nelle sue prime 5 uscite da allenatore del Nantes, incarico che ricopre da inizio 2021…



Il Nantes sprofonda

Tre pareggi e due sconfitte: questo il magro bottino racimolato fin qui da Domenech sulla panchina dei bretoni, sprofondati fino al 17esimo posto in classifica con 18 punti conquistati in 22 partite, tre in più del fanalino di coda Nimes. Un bilancio assolutamente deludente, che ha alimentato critiche e dubbi di tifosi e addetti ai lavori, perplessi ance per l’atteggiamento spesso e volentieri sopra le righe dell’ex c.t.



Non allenava da dieci anni

Prima di accettare l’offerta del Nantes, l’ultima esperienza in panchina di Domenech era quella con la Nazionale francese, che ha guidato tra il 2004 e il 2010, anno della fallimentare spedizione in Sudafrica che ha sancito il divorzio tra il tecnico e la federazione in seguito alla ribellione dello spogliatoio. Prima della Nazionale maggiore, Domenech guidò anche l’Under 21 transalpina tra il 1993 e il 2004. Era quindi da 27 anni, ossia dal 1993, che Domenech non allenava una squadra di club: all’epoca fu lui a riportare il Lione, la squadra della sua città, nel massimo campionato francese.