L’Italia di Roberto Mancini non segna più: urge trovare una soluzione per ravvivare il pacchetto offensivo degli Azzurri in vista dei playoff di marzo, ultima chiamata per guadagnarsi un posto ai Mondiali in Qatar che cominceranno a novembre 2022. Mancini lo sa e valuta tutte le possibilità offensive di una Nazionale che, negli ultimi anni, ha visto nell’attacco il proprio punto debole: tra i tanti nomi che potrebbero dare manforte all’attacco rispunta anche quello di Mario Balotelli, che sta provando a rinascere in Turchia…



Che fine ha fatto Balotelli?

Dopo un inizio complicato anche in Turchia, Supermario sembra essersi ritrovato grazie anche all’arrivo di Vincenzo Montella sulla panchina del club: Balotelli, 5 gol e 2 assist nelle prime 12 partite di campionato, all’Adana ha ritrovato vecchie conoscenze della serie A come El Pata Castro, l’islandese Bjarnason e soprattutto Gökhan Inler, che ha già vinto due volte la Süper Lig con le maglie di Besiktas e Istanbul Basaksehir. Dopo le esperienze negative al Brescia e al Monza, Supermario cerca l’ennesima occasione di riscatto in Turchia: sarà la volta buona?



“Nazionale, perché non puntare su di me?”

L’ultima partita di Balotelli in Nazionale risale ormai a tre anni fa, al pareggio di Bologna in Nations League contro la Polonia del settembre 2018, eppure il centravanti dell’Adana spera in un ritorno in azzurro in vista dei playoff e, forse, anche dei mondiali:

Mancini mi ha detto con chiarezza quello che vuole da me per tornare in Nazionale: se sto bene perché non dovrebbe convocarmi? SSarebbe un sogno essere convocato a marzo, andrei a piedi dalla Turchia. Con Mancini ho un ottimo rapporto, ovvio che ci spero

Con 14 reti in 36 presenze, Balotelli è ancora una degli attaccanti più prolifici in attività con la maglia azzurra. Basteranno i numeri a convincere Mancini?