Trenta milioni per un diciottenne sono una bella cifra, ma, visto il talento di Eduardo Camavinga, al Rennes rimane il rimpianto di non aver guadagnato di più dalla sua cessione al Real…

Zona Florentino

Ancora una volta, il Real piazza il colpaccio in zona Florentino, assicurandosi uno dei migliori talenti in circolazione ad un prezzo contenuto con buona pace di Florian Maurice, direttore sportivo del Rennes, che ha dovuto privarsi del gioiellino Camavinga ad una cifra troppo bassa rispetto al reale valore del ragazzo:

Avremmo potuto venderlo a una cifra maggiore, ma nel contratto ci sono una serie di bonus importanti che permetteranno al club di guadagnare un po’ di soldi in futuro. Nonché una percentuale su un possibile futura rivendita. Avevo già iniziato a discutere con il Real Madrid qualche tempo fa ma la trattativa è decollata nelle ultime 48 ore. È accaduto tutto molto velocemente.

Meglio di niente

Ad ogni modo, la cessione di Camavinga permette al Rennes di realizzare un guadagno soddisfacente in un periodo in cui di soldi ne circolano davvero pochi:

In generale, per il Rennes, vendere un giocatore al Real Madrid è sempre un’ottima cosa. Alla fine tutto è andato per il verso giusto anche se sino a qualche mese fa avremmo sperato di venderlo a un prezzo un po’ più caro, ma nel contesto economico e con lo scenario  attuale è una cessione molto interessante. Non vorrei sbagliarmi ma credo sia anche la cessione più redditizia di questa sessione da parte di un club francese. E questo denota la qualità del giocatore.