In Premier ha scritto pagine importanti con addosso la maglia dell’Arsenal e oggi prepara il suo grande ritorno nelle vesti di allenatore: Thierry Henry è infatti il candidato numero uno per diventare il nuovo allenatore del Bournemouth anche se, prima dovrà battere la concorrenza dell’ex compagno Patrick Vieira, in un testa a testa dal sapore decisamente Gunners



Dalla MLS alla Championship

Henry è attualmente l’allenatore del Montreal FC, squadra candese della Mls americana, con cui ha concluso la stagione al nono posto ed è legato per un altro anno da un oneroso contratto con il club di Joey Saputo, proprietario anche del Bologna. Eppure le sirene inglesi sembrano irresistibili per il francese, che in Inghilterra è diventato grande dopo il fallimento della sua esperienza juventina, legando il proprio nome ai Gunners, con cui ha segnato 229 reti in 337 partite, se si considera anche il breve ritorno Londra nel gennaio 2012.



Ora c’è il Bournemouth

Henry ha iniziato la propria carriera in panchina prima come assistente di Martinez nella Nazionale del Belgio, poi sulla panchina del Monaco: la sua esperienza in Ligue 1 è però durata appena pochi mesi e si è conclusa con l’esonero (troppe le 7 sconfitte sulle 12 gare complessive). Quindi l’esperienza in Mls, alla guida dei canadesi del Montreal che, sotto la guida del francese, non hanno fatto sfracelli. Chissà se il ritorno in Inghilterra riuscirà a far sbocciare anche in panchina il talento di Titi: il Bournemouth è attualmente sesto in Championship, la serie B inglese, ed è saldamente in zona playoff. Vedremo se le accelerate di Henry avranno lo stesso effetto anche dalla panchina…