Chissà se, sul palco dell’Ariston, Zlatan Ibrahimovic se la caverà bene come nel cuore dell’area di rigore, quello che -a conti fatti- è il suo habitat naturale da oltre vent’anni. Sì, perchè se Ibra parteciperà al 71esimo Festival della Canzone Italiana è anche (e soprattutto) una questione di conti: si parla infatti di un cachet da circa 50mila euro a serata per il campione svedese, che si cimenterà così in una nuova esperienza della sua poliedrica carriera…



Tra Festival e campionato

Secondo quanto riferito da Amadeus, direttore artistico della kermesse, Ibra sarà presente a tutte e cinque le serate del Festival, che comincerà martedì 2 marzo e si concluderà sabato 6. Resta quindi da capire come Zlatan riuscirà a conciliare l’impegno artistico con la sua professione di calciatore, considerando che il calendario del Milan prevede mercoledì 3 marzo l’impegno in campionato a S. Siro contro l’Udinese, mentre domenica 7 i rossoneri saranno di scena al Bentegodi contro il Verona. Una questione tutt’altro che secondaria che però il Milan si è affrettato a smontare per mezzo di un comunicato ufficiale apparso sul sito del club:

In merito all’annunciata presenza di Zlatan Ibrahimovic al Festival di Sanremo, AC Milan comunica che era già stato informato dal giocatore della partecipazione, frutto di un accordo contestuale alla firma del nuovo contratto con AC Milan e conferma che Ibrahimovic rispetterà tutti gli impegni richiesti dal Club, come ha sempre fatto dimostrando assoluta professionalità



Che coppia con Fiore!

In attesa di capire come Zlatan riuscirà a conciliare i suoi impegni, resta da capire anche il ruolo che lo svedese potrebbe ricoprire sul palco dell’Ariston. A tal proposito, Amadeus sembra avere le idee piuttosto chiare:

 Ibra non sappiamo cosa farà, è un personaggio fantastico, a me ogni tanto piace proporre delle cose che sono imprevedibili, come è successo con Fiorello l’anno scorso. Probabilmente lo affiderò a Fiorello, che mi ha già anticipato ‘ho delle idee su Ibrahimovic… ma non te le dirò’. Zlatan è un personaggio incredibile con un grande carisma. È trasversale, è uno di quei personaggi che non appartengono ad una squadra, ma al calcio mondiale ed è anche molto simpatico

E allora non ci resta che aspettare il debutto di Ibra. Nessuna nuova maglia però: questa volta, salvo sorprese, sarà uno smoking!