A Livorno lo ricorderanno soprattutto per due motivi: in primis perchè fu lui, nel 2004, a riportare in serie A gli amaranto dopo ben 55 anni, poi per il suo caratteristico impermeabile giallo portafortuna. Ieri, Aldo Spinelli ha ufficialmente ceduto la società labronica dopo 21 anni: aveva acquistato il club nel 1999. Scopriamo insieme i 5 campioni della sua esperienza a Livorno…

1. Igor Protti

Da queste parti lo chiamano il Sindaco: dopo la prima esperienza in amaranto nel lontano 1985, tornò a Livorno a fine carriera nel 1999 per diventare un simbolo. Unico capocannoniere in serie A, serie B e serie C della storia del calcio italiano, in Toscana troverà il Canto del Cigno della sua strepitosa carriera.

2. Cristiano Lucarelli

Famosa la sua rinuncia ad un miliardo di stipendio (diventata anche un libro) pur di riabbracciare la squadra della sua città e portarla prima in serie A e poi fino ai sedicesimi di finale di Coppa Uefa. Un grande amore continuato -senza grandi risultati- anche in panchina…

3. Giorgio Chiellini

In pochi se lo ricorderanno ma Giorgio Chiellini -pisano di nascita- si affacciò al grande calcio proprio a Livorno, con un’ottima stagione in serie B nel 2003/04: allora terzino sinistro di grande prospettiva, Chiedo attirò subito le attenzioni della Juventus, che lo acquistò per girarlo in prestito l’anno seguente alla Fiorentina.

4. Alino Diamanti

Anche Alino Diamanti esplose calcisticamente nel Livorno dopo tanta gavetta nelle serie minori: dopo due stagioni in amaranto, il fantasista fu acquistato dal West Ham nel 2009 prima di iniziare una carriera da girovago che lo riporterà in riva al Tirreno nel 2018/19.

5. Paulinho

Giocatore forse non indimenticabile, ma che lasciò un segno indelebile nelle casse amaranto: ceduto negli Emirati nel 2014 per oltre 10 milioni di euro, rappresentò la più ricca plusvalenza dell’era Spinelli.