Anche Pep Guardiola ha dei sogni nel cassetto: l’allenatore catalano, da ormai sei anni alla guida del Manchester City, pensa al futuro e immagina come sarà il suo percorso tra qualche anno. E se in Inghilterra giura fedeltà assoluta ai Citizens, c’è un obiettivo ricorrente che Pep insegue già da parecchi anni e che spera, un giorno, di riuscire a centrare…



“In Premier? City e poi…City!”

Arrivato al City nel 2016, Guardiola ha vinto e campionati, 1 FA Cup, 4 Coppe di Lega e 2 Community Shields alla guida degli Skyblues, fallendo però sempre l’appuntamento con il bersaglio grosso, ossia quella Champions che la proprietà ha messo da in tempo in cima alle priorità e che Pep e i suoi ragazzi hanno visto sfumare nella finale tutta inglese contro il Chelsea. E a proposito di squadre inglesi, nel futuro di Guardiola non c’è spazio per un’altra avventura in Premier lontano da Manchester:

 Per quel che riguarda l’Inghilterra non penso che allenerò un altro club. Se mai dovessi tornare lo farei tornando al Man City, se loro dovessero chiedermelo



Obiettivo Coppa del Mondo

Non c’è solo il City però nei pensieri di Guardiola. Tra i sogni dell’attuale allenatore del City c’è infatti quello di vivere un mondiale da protagonista, sulla panchina di una grande Nazionale:

L’ho detto tante volte, una volta finito qui mi piacerebbe vivere l’esperienza di un Europeo o di un Mondiale, ma so che non è facile perché ci sono poche posizioni disponibili.

Tra queste, da depennare quella della Spagna, dopo che Pep ha dato il proprio sostegno alla causa indipendentista catalana. Chi invece non ha mai nascosto la propria stima per Guardiola è la federazione brasiliana, che da anni sogna Pep sulla prestigiosa panchina della Seleçao