Si scrive Sebastian Giovinco, si legge ambasciatore del calcio italiano nel mondo. Da quando, nel 2015, la Formica Atomica ha deciso di preparare le valigie e lasciare l’Italia ha giocato in tre diversi continenti, segnando valanghe di reti e diventando uno dei talenti italiani più apprezzati all’estero.



Il giro del mondo in cinque anni

Empoli, Parma e Juventus, sette stagioni ad altri livelli in Italia e poi, ad appena 28, Sebastian Giovinco ha rinnovato il passaporto ed è partito alla volta del Canada, dove ha giocato per quattro stagioni in MLS tra le fila dei Toronto Fc, con cui ha segnato qualcosa come 83 reti in 142 partite. Poi, però, ecco il nuovo richiamo all’avventura: questa volta sul tabellone delle partenze c’è scritto Riad, Arabia Saudita, dove Giovinco ha strappato un contratto da 6 milioni di euro all’anno all’Al-Hilal allenato dal figlio di Lucescu. Qui la Formica Atomica ha fatto coppia con l’ex Lione e Marsiglia Bafétimbi Gomis conquistando campionato e Champions League asiatica.



Prossima fermata: Salonicco!

E ora, a 34 anni, nel futuro di Giovinco potrebbe fare capolino la Grecia. C’è infatti il Paok Salonicco nel destino della Formica Atomica: il club bianconero è pronto a mettere sul piatto un ricco contratto biennale per convincerlo a sbarcare nella Super League greca. E pare che Giovinco non veda l’ora di iniziare la sua nuova avventura, ancora una volta in giro per il mondo!