Clamoroso all’Aston Villa: fantacalcio vietato per tutti i calciatori del club! Ha dell’incredibile la notizia che arriva da oltremanica, ma la decisione presa dai vertici del club di Birmingham è irrevocabile e ha a che fare con le scelte di formazione…



Tutta colpa del fantacalcio!

Tutto nasce alla vigilia di Aston Villa-Leicester, partita valida per la 23^ giornata di Premier League: a poche ore dal fischio d’inizio del match, i Villans devono fare i conti con l’assenza del proprio capitano, Jack Grealish. Ed è una defezione importante, che costringe il tecnico Dean Smith a studiare un nuovo assetto tattico: la società però, per non dare un vantaggio, agli avversari, ha deciso di tacere pubblicamente l’infortunio della propria stella. Solo che cinque tesserati del club, tra cui i calciatori Matt Targett, Conor Hourihane e Neil Taylor, giocando al fantacalcio (che in Inghilterra si chiama Fantasy football), hanno subito rimosso Grealish dalle rispettive formazioni titolari, alimentando un certo ‘sospetto’ negli avversari di turno. La mossa a sorpresa non è sfuggita ai grandi appassionati del gioco virtuale, tra cui anche Hanning, un account Twitter che fornisce i propri consigli agli utenti sulle mosse da prendere di settimana in settimana. L’informazione si è quindi moltiplicata di retweet in retweet, arrivando così anche alle orecchie del Leicester (che ha poi vinto la gara per 2-1) vanificando così il segreto imposto dal club.



Divieto per tutti!

I dirigenti dell’Aston Villa non l’hanno presa per niente bene, anche perchè il tecnico del Leicester, Brendan Rodgers, ha candidamente ammesso di aver a sua volta modificato le proprie tattiche anche in base a quanto era circolato in rete nel pre partita. Secondo quanto riportato dal quotidiano Times, il club di Birmingham ha quindi deciso di vietare tassativamente il Fantacalcio a tutti i propri dipendenti, che in caso di divulgazione (pur involontaria) di informazioni riservate in rete potrebbero a questo punto essere accusati di spionaggio!