A Genova è finita un’era, quella di Enrico Preziosi: il Genoa passa infatti ufficialmente nelle mani del fondo di investimenti americano 777Partners. Arriva così la fumata bianca quindi per una trattativa che andava avanti ormai da diversi mesi e che sembra aver trovato la sintesi nelle ultime ore: i nuovi proprietari del club liguri hanno infatti corrisposto a Prez il pagamento della prima tranche da 20 milioni di euro per l’intero pacchetto azionario del club più antico d’Italia.



I numeri di Preziosi

  • Era il 24 giugno 2003 quando Enrico Preziosi rilevò il Genoa sull’orlo del fallimento: la sua gestione è durata in tutto 18 anni, facendo del Joker il Presidente più longevo della storia rossoblù.
  • Nei suoi quasi 20 anni in rossoblù, Preziosi ha optato per 27 esoneri: nel complesso sono 20 gli allenatori (alcuni sono stati richiamati, anche più vote) che si sono avvicendati sulla panchina del Genoa.
  • L’acquisto più costoso dea sua gestione (ma anche della storia del Genoa) è Stefano Sturaro, tornato in rossoblù nel gennaio del 2019 per circa 18 milioni di euro.
  • La cessione più redditizia è invece quella di Kristof Piatek, ceduto al Milan sempre nel gennaio del 2019 per 35 milioni di euro.
  • Il miglior piazzamento del suo Genoa in serie A è il quinto posto ottenuto con Gasperini nel 2008/09, valso l’accesso ai preliminari di Europa League, vinti contro in danesi dell’Odense.
  • Dopo aver conquistato la promozione nel 2007 insieme a Juventus e Napoli, il Genoa di Preziosi ha militato per 14 anni consecutivi nella massima serie.
  • Il Genoa è la terza squadra di calcio presieduta da Preziosi, dopo il Saronno e il Como.