E’ un Gian Piero Gasperini decisamente contenuto quello che, nel post partita, commenta la vittoria dell’Atalanta a Valencia con conseguente qualificazione ai quarti di finale di Uefa Champions League. Il primo pensiero va infatti alla città di Bergamo, particolarmente colpita dalla violenza del virus:

Siamo molto felici per quello che questo risultato rappresenta per un territorio che sta soffrendo così tanto. Sappiamo che tanta gente ci ha seguito a casa, non può uscire a festeggiare. Ma avremo tempo per farlo a giugno a fine campionato: faremo una grande festa per tutto, anche per questo pericolo che sconfiggeremo

Un Dea da Champions

Dopo la doverosa dedica ai tifosi atalantini, Gasperini analizza l’aspetto tecnico di una vittoria di proporzioni storiche per la Dea:

Non è mai normale tutto questo: fare risultato può anche diventarlo, ma fare così tanti gol, spesso quattro, è qualcosa di particolare, di straordinario, sia in campionato che in Champions. Dopo un inizio difficile di questa competizione abbiamo preso un po’ le misure: ora siamo a quattro vittorie di fila. L’abbiamo presa come una competizione in cui crescere e migliorare, abbiamo visto anche stasera a Valencia che abbiamo davanti ancora tanti margini