Attualmente a spasso, Gary Neville cerca una nuova panchina, ma se la chiamata tanto attesa non dovesse arrivare, l’ex capitano dello United potrebbe rilanciare come sindacalista: ecco perché…

Così non va!

Acquisito il pacchetto di maggioranza del Newcastle, il fondo saudita PIF sta pensando di dare il benservito al tecnico Steve Bruce, un comportamento che non è piaciuto affatto a Gary Neville, solidale con l’ex compagno di squadra ai tempi dello United:

Mi hanno licenziato come allenatore, sono cose che succedono. E io stesso ho licenziato degli allenatori. Non è una cosa che fa piacere, ma lo fai, paghi loro la buonuscita, sai che fanno un lavoro difficile, tu rispetti loro e loro rispettano te. Ma quello che sta succedendo con Steve Bruce è totalmente sbagliato. Se stessimo parlando di un qualsiasi altro lavoro, questa situazione sarebbe classificata come abuso nei confronti di un dipendente. E il datore di lavoro avrebbe un sacco di problemi al riguardo. Bisogna avere un comportamento decente.

Rispetto per Steve!

Le voci in merito ad un ormai prossimo esonero di Bruce rappresentano una mancanza di rispetto nei confronti del tecnico e rischiano di destabilizzare l’ambiente, per questo Neville chiede chiarezza alla nuova proprietà del Newcastle:

Steve Bruce merita chiarezza. Mettetevi nei suoi panni, magari fate gli avvocati, i contabili o gli elettricisti e il vostro capo vi tratta così. E non parlo delle critiche da parte dei tifosi del Newcastle, ma delle voci incontrollate e della situazione che sta andando avanti nelle ultime settimane. Non è giusto comportarsi così con una persona brillante, un uomo di calcio, un grande giocatore, uno che è andato in panchina per 1000 partite. Si merita di essere trattato meglio. Se dovete licenziarlo, dategli tutti i soldi, non cercate di evitarlo, fate la cosa giusta e andate avanti. E se invece non volete licenziarlo, ditelo e siate chiari riguardo a quello che volete fare.