Queste sono le settimane da Milan! Le settimane, alle quali sono abituati i tifosi rossoneri. Week-end di campionato, poi la sera della domenica il pensiero, l’attenzione, la preparazione, l’emozione superano presto i confini per concentrarsi sull’Europa.

Condizione eccellente

I milanisti hanno mostrato di poter superare con successo l’ostacolo del doppio impegno settimanale, sia sotto il piano fisico che sotto quello mentale. Potevano rappresentare una trappola le partite dei preliminari, vista la condizione fisica e l’assenza poi di Ibrahimovic, ma è stato un Milan sempre determinato, che è approdato con autorità alla fase dei gruppi. Si è qui imbattuto nell’unica serata negativa dal mese di giugno, sconfitto nettamente dal Lille.
La reazione è stata pronta, a conferma delle doti di questa squadra, non solo meritatamente in testa al campionato, per la qualità del suo gioco, ma solida e reattiva anche di testa. La partita di Lille infatti è stata dominata. Un pareggio figlio dell’unica disattenzione mostrata nei novantacinque minuti. Il Milan si prepara a un incontro, contro il Celtic, in apparenza non complicatissimo, vista la situazione di classifica degli scozzesi, ultimi del gruppo H, ma soprattutto per le tensioni ambientali causate dai recenti risultati in Scozia. L’allenatore Lennon è contestato, la sua avventura sulla panchina dei biancoverdi sembra vicina alla fine. I Ragazzi di Pioli però conoscono bene come evitare queste partite- trappola, dove tutto sembra facile.

Proseguire con questo passo

La massima determinazione, la voglia di stupire e cercare di regalare sempre spettacolo e divertimento sono fra i segreti del lungo momento magico dei milanisti. Diffidare, sempre diffidare, di giocatori “Braveheart”, come quelli scozzesi. Vincere e toccare quota 10 significherebbe chiudere, praticamente, la prima parte di uno splendido cammino, che ha visto il Milan qualificarsi per i preliminari, come detto, e li porterebbe ad approdare quindi al momento caldo della manifestazione. Il tardo inverno e la primavera, le stagioni degli scontri a eliminazione diretta, dove si devono moltiplicare le energie per essere competitivi in Italia e in Europa. Speriamo che la situazione, legata alla divieto di entrare allo stadio, possa cambiare e regalare ai tifosi rossoneri, dopo un anno, la possibilità di tornare ad abbracciare il loro Milan. Sono forti la nostalgia di San Siro, il desiderio di urlare di gioia per un gol colorato di rossonero e di applaudire i Ragazzi, mentre l’altoparlante diffonde nell’aria la canzone dei trionfi: “Milan, Milan solo con te. Milan, Milan sempre per te!”