Le Olimpiadi di Tokyo, edizione 2020, sono state rinviate ufficialmente. Si disputeranno nel 2021 (mai accaduto nella storia della rassegna a cinque cerchi). Una decisione che ha scombinato il progetto di tanti atleti, tra cui quelli della leggenda del tennis Roger Federer.

Il progetto di Roger…

Il rinvio di Tokyo 2020 è un bel problema per lo svizzero. L’ex numero uno del mondo aveva già programmato la sua stagione per essere presente all’Olimpiade. Una partecipazione alla quale teneva moltissimo, tanto da rinunciare ad altri tornei pur di non mancare all’appuntamento iridato, forse l’ultima grande tappa della sua brillante e leggendaria carriera. E ora che accadrà?

A 40 anni ancora in campo?

Roger Federer è un classe 1981. Ad oggi ha disputato già quattro edizioni dell’Olimpiade (la prima nel lontano 2000, a Sydney). Il suo obiettivo era quello di partecipare per un ultimo ballo. Se vorrà coronare anche questo desiderio, dovrà “resistere” sino ai 40 anni. A giudicare dal suo fisico, Roger Federer sembra in grado di prolungare ulteriormente la sua carriera. Come altri fenomeni, tipo Rafa Nadal, lo svizzero è attentissimo al suo fisico. E le Olimpiadi sono un chiodo fisso…

Sono stato portabandiera due volte, ad Atene e a Pechino, e ho vinto un oro e un argento. Per questo, vorrei giocare di nuovo e sono molto emozionato

Un eroe senza tempo

Lo svizzero è, ancora oggi, una delle attrazioni più speciali nel mondo del tennis. King Roger è il tennista in attività che ha vinto più tornei dello Slam (20). Ad oggi ha trionfato in 103 occasioni e, concentrandosi sulle Olimpiadi, brilla l’oro, conquistato in doppio, insieme al compagno e amico Stan Wawrinka a Pechino (2008). Oltre a partecipare, Roger Federer punta a regalarsi un’altra medaglia. Vincere fa parte della sua natura, da sempre…