La Formula 1 non vede l’ora di dare il via alla stagione. Nelle ultime ore è stato ufficializzato l’annullamento del Gp di Francia (in programma il prossimo 28 giugno) ma i piani del circus della F1 non cambiano. Salvo imprevisti, si comincerà il 5 luglio con il GP d’Austria.

Il programma di Carey…

A differenza di altri sport, la Formula 1 è molto ottimista circa la possibilità di non perdere l’intera stagione. Chase Carey, presidente e CEO del circus, è stato chiaro:

Siamo sempre più fiduciosi di portare avanti il nostro progetto per far partire la stagione in estate. L’idea è quella di iniziare dall’Europa e correre a luglio, agosto e inizio settembre, con la prima gara in Austria nel weekend del 3-5 luglio. Settembre, ottobre e novembre ci vedrebbero correre in Eurasia, Asia e nelle Americhe, concludendo la stagione nel Golfo a dicembre col Bahrain prima del tradizionale finale ad Abu Dhabi e completando così un calendario di 15-18 gare…

Tante voci sul futuro di Vettel

Mentre la F1 scalda i motori, continuano i rumors di mercato che riguardano il futuro di Sebastian Vettel. Il pilota della Ferrari non avrebbe ancora trovato un accordo per il prolungamento del contratto in scadenza al termine della stagione 2020. Il tedesco pare aver chiesto un contratto di almeno due anni al Cavallino. Se non sarà accontentato, si guarderà attorno, alla ricerca di una nuova monoposto… C’è chi ipotizza anche un suo sbarco alla Mercedes per formare una super coppia con Lewis Hamilton.

Chi al posto di Vettel sulla Rossa?

Se Sebastian Vettel dovesse lasciare la Ferrari, chi prenderebbe il suo posto? Tanti i nomi in gioco ma ci sarebbe una preferenza per Daniel Ricciardo, attuale pilota della Renault. Classe 1989, l’australiano ha tanta esperienza in F1 (171 GP disputati) e una grande voglia di lottare per il vertice…