Al GP di Imola (tornato a disputarsi a distanza di 14 anni), la Mercedes ha conquistato il settimo Mondiale Costruttori consecutivo. Un dominio assoluto, la conferma che le frecce d’argento sono imbattibili e, per il momento, non hanno avversari in grado di impensierirle…

Prossimo obiettivo? Ottavo titolo…

La Mercedes ha festeggiato il titolo costruttori edizione 2020 con grande entusiasmo ma, di fatto, sta già lavorando per la prossima stagione. L’obiettivo è chiaro: vincere l’ottavo titolo costruttori (sfruttando anche il fatto che le regole del circus della F1 resteranno quasi invariate per la stagione 2020/21). Ad essere sinceri, un traguardo facilmente raggiungibile. Allo stato attuale delle cose, non sembrano esserci scuderie in grado di mettere in dubbio la supremazia della Mercedes. La Ferrari è in crisi nera e ha già fatto sapere, attraverso le parole del Team Principal Mattia Binotto, che lavorerà per avere una macchina competitiva a partire dal 2022. La Red Bull è, sicuramente, l’avversario più tosto ma il gap con la Mercedes non viene mai colmato pienamente, nonostante i tanti sforzi della scuderia austriaca. Per quanto riguarda il resto delle scuderie del circus, tutti sono concentrate su lottare per il secondo posto… Intanto, in casa Mercedes, continuano a lavorare per migliorarsi, come spiegato chiaramente dal Team Principal Toto Wolf…

Aggiornamenti sulla macchina del 2020? Ad un certo punto abbiamo deciso di passare allo sviluppo dell’auto del prossimo anno, come già fatto negli anni precedenti…

Rischio noia mortale nel 2021?

La domanda sorge spontanea: sarà una stagione noiosa la prossima? Con Lewis Hamilton ancora re e le Mercedes a dominare per tutto l’anno? Complicato rispondere. La sensazione è che, come accaduto nelle ultime stagioni, tutto dipenderà da loro e non dagli altri. Per fortuna, tutti i cicli, prima o poi, finiscono. Lo sanno bene anche alla Ferrari che, ai tempi di Michael Schumacher, era la regina della Formula 1.