Il grande giorno è finalmente arrivato: tutto è pronto per il fischio d’inizio degli Europei, il torneo che rappresenta un’importante occasione di rilancio per la Nazionale Italiana, rimasta esclusa -un po’ a sorpresa- dai Mondiali di Russia del 2018. Si parte dunque con Turchia-Italia: calcio d’inizio alle ore 21 allo Stadio Olimpico di Roma. Scopriamo insieme le probabili formazioni del match inaugurale dei campionati europei…

Qui Turchia

Formazione giovane e grintosa, la Turchia di Senol Gunes rischia di essere un brutto cliente per gli Azzurri: la Mezzaluna si è classificata seconda nel gruppo H con 23 punti, solo due in meno della Francia Campione del mondo. Francia a cui, peraltro, i turchi hanno concesso solo 1 punto in due partite, vincendo in casa e bloccando i transalpini a Saint Denis sull’1-1. E’ quindi una Turchia che si esalta parecchio nei big match. Contro l’Italia, il c.t. Gunes dovrebbe confermare il suo versatile 4-4-2, blindando la difesa con la coppia centrale Demiral-Soyuncu e illuminando l’attacco con l’estro di Calhanoglu, Tufan e Yazici di supporto al bomber Burak Yilmaz, reduce da una stagione incredibile tra le fila del Lille, con cui ha vinto il titolo da protagonista assoluto, segnando 16 gol in 28 partite.



Qui Italia

Pochi dubbi per il Mancio, che sembra orientato a riconfermare a formazione vincente contro la Repubblica Ceca: preso atto della defezione di Pellegrini, che guarderà gli Europei da telespettatore ed è già stato sostituito da Castrovilli, il c.t. punta su Locatelli al posto di Verratti (che ha ripreso a calciare il pallone e potrebbe recuperare già per la seconda sfida del girone) e in avanti sembra orientato a dare fiducia a Domenico Berardi per completare il tridente con Insigne e Immobile.



Le probabili formazioni

TURCHIA (4-4-2): Cakir; Celik, Soyuncu, Demiral, Meras; Yazichi, Tufan, Yokuslu, Calhanoglu; Burak Yilmaz, Karaman. All. Gunes. 

ITALIA (4-3-3): Donnarumma; Florenzi, Bonucci, Chiellini, Spinazzola; Barella, Jorginho, Locatelli; Berardi, Immobile, Insigne. All. Mancini.