Il Portogallo a caccia del bis: l’unica squadra nella storia ad essere rimasta campione in carica per 5 anni (a causa dello slittamento dell’Europeo, inizialmente previsto per l’estate 2020), spera di ripercorrere le orme della Spagna, l’unica nazionale capace di vincere due edizioni consecutive del torneo continentale (2008 e 2012).

Una qualificazione sofferta

Eppure non è stato semplice per il Portogallo riconfermare la propria presenza all’Europeo: nel girone di qualificazione i lusitani sono infatti arrivati secondi dietro l’Ucraina di Shevchenko, precedendo la Serbia (uscita dii scena poi ai playoff) di soli tre punti. Qualche rischio di troppo che non ha comunque impedito a Ronaldo e compagni di provare a riconfermarsi campioni…

Il gruppo di ferro

F come ferro. Il gruppo F è di gran lunga il più difficile dell’Europeo, con tre superpotenze del calcio che si daranno battaglia per due posti di qualificazione diretta agli ottavi più uno in caso (probabile, in questo caso) di arrivo tra le migliori terze. Oltre ai Campioni d’Europa del Portogallo ci saranno i Campioni del Mondo della Francia, la sempre temibile Germania e una nobile decaduta del calcio come l’Ungheria.

Il cittì

Fernando Santos è l’emblema del Portogallo: con la sua indole tranquilla e un po’ malinconica, il c.t. ha saputo, grazie alla sua pazienza, trovare l’equilibrio in un gruppo formato da grandi campioni che sembravano però destinati a non vincere mai: Santos nel giro di tre anni ha invece portato in bacheca un Europeo (2016) e una Nations League (la prima edizione in assoluto, nel 2019). Se è vero che non c’è due senza tre, allora il Portogallo può davvero sperare…

Le stelle

Sarebbe persino scontato parlare di Cristiano Ronaldo e snocciolare i suoi infiniti record: meglio dedicare qualche parola alla crescita esponenziale di Bruno Fernandes e André Silva, due giocatori poco capiti in Italia ed esplosi lontano dalla serie A. Prova importante di maturità anche per João Félix e Bernardo Silva.

La formazione tipo

Portogallo (4-2-3-1): Lopes; Cancelo, Pepe, Ruben Dias, Guerreiro; Renato Sanches, Moutinho; B. Fernandes, Bernardo Silva, Joao Felix; Cristiano Ronaldo. All. Santos