Sven Goran-Eriksson elegge il nuovo Ibra: ecco l’erede di Zlatan…

L’erede

Di Ibrahimovic ce n’è uno, ma Dejan Kulusevski può ripercorrere le orme del suo più illustre connazionale, parola di Sven-Goran Eriksson:

Zlatan Ibrahimovic è uno dei pochi giocatori che può inventarsi un gol da solo. In Svezia non abbiamo giocatori così, ma adesso ce n’è uno che è appena arrivato alla Juventus, Kulusevski. Ha vent’anni, penso che abbia qualcosa di speciale, sa decidere una partita da solo. La Svezia ha bisogno di un giocatore così.

I Gemelli del Gol

L’ex tecnico di Roma e Lazio svela un inedito retroscena sul suo approdo alla Sampdoria, fortemente voluto da Vialli e Mancini:

Ero al Benfica, ma il mio contratto stava per finire e mi arriva una chiamata per un incontro a Montecarlo. Vado lì, in un bellissimo hotel, e incontro il presidente Mantovani e due giocatori: Mancini e Vialli. Ero sorpreso, di solito non incontri i giocatori quando vai a negoziare con un club. Mantovani mi dice ‘non capisco molto di calcio, ma questi due qui mi hanno detto che l’unico allenatore con cui vogliono lavorare il prossimo anno è lei’. Quindi mi hanno scelto Vialli e Mancini, anche se sfortunatamente Vialli è stato ceduto alla Juventus prima di iniziare. E quindi, anche se mi ha scelto lui, non abbiamo potuto lavorare assieme.