La confessione che non ti aspetti. Igli Tare, braccio destro di Lotito e plenipotenziario del mercato laziale, si confessa ai microfoni dell’emittente albanese Top Channel e rivela un lato inedito del rifiuto ai rossoneri dello scorso anno, quando Boban e Maldini lo avevano chiamato per affidargi la ricostruzione del club…



“Sono milanista da sempre”

Nel corso della lunga intervista, Tare si dichiara da sempre tifoso rossonero, e svela come nacque il suo amore per il Diavolo:

Da piccolo tifavo il Milan di Sacchi e la prima partita che ho giocato in Serie A è stata proprio contro i rossoneri. Due stagioni fa Maldini mi ha proposto per lavorare al Milan: è stato difficile rifiutare l’offerta del club per cui tifavo da bambino



“…Ma amo troppo la Lazio”

Ma allora perchè Tare ha rifiutato l’offerta di un club che pure apprezza così tanto? Per riconoscenza nei confronti della Lazio e del Presidente Lotito, che gli affidato tempo fa un incarico delicato e di responsabilità:

Il mio rapporto con la Lazio non è come tutti gli altri, sono tanti anni ormai che vivo e lavoro a Roma. E’ una relazione nata all’improvviso, un amore che mi ha letteralmente travolto.