Strano ma vero: Andriy Shevchenko e Jerzy Dudek oggi sono amici! I due grandi protagonisti della finale di Istanbul tra Liverpool e Milan, conclusasi con un calcio di rigore parato dal portiere polacco all’ucraino al termine di un’epica rimonta dei Reds oggi sei frequentano senza problemi e sembrano aver superato la fase del rancore…



Il grande incubo di Sheva

Non ci dorme ancora la notte, Andriy Shevchenko. Nemmeno a distanza di 15 anni da quella notte quando, a Istanbul, video sfumare la Champions in maniera alquanto rocambolesca: il suo Milan, in vantaggio a fine primo tempo per 3-0 sul Liverpool, fu rimontato fino all’incredibile 3-3 che sancì poi la vittoria dei Reds ai calci di rigore. Proprio con un errore finale dell’ucraino, neutralizzato dal polacco Dudek e dalle sue danze sulla linea di porta. La notte di Istanbul è un vero e proprio incubo per Sheva e per tutti i milanisti. Tanto che l’ex numero 7 ancora oggi non riesce nemmeno a rivedere le immagini della partita, come ha confidato nel corso di una diretta su Instagram in compagnia dell’ex compagno Bobo Vieri:

Ancora oggi non riesco a guardare la parata che Dudek mi ha fatto nella finale di Istanbul del 2005. Un paio di mesi fa l’Uefa in un filmato celebrativo ha postato su Instagram la parata di Dudek negli ultimi minuti dei supplementari, quando la vedo, cambio subito, butto il telefono. Mi dico: basta, basta



“Sheva? Oggi siamo amici!”

Nonostante quel calcio di rigore sia un vero e proprio incubo per tutti i milanisti, oggi però Sheva è riuscito a voltare pagina, almeno nei confronti di Dudek. Lo stesso portiere polacco, in una recente intervista a Fanpage, ha rivelato di aver instaurato un rapporto di amicizia con il suo storico rivale:

Sheva è un bravissimo ragazzo e abbiamo un ottimo rapporto. Negli ultimi anni è capitato spesso di incontrarci a qualche amichevole e in altri eventi: spesso parliamo della finale di Istanbul e scherziamo sul rigore che gli ho parato…

Chissà se anche Sheva la pensa così…