Vederlo seduto in panchina per tutti i 90′ della gara stravinta dal suo PSG a Brest ha fatto senz’altro effetto a tutti, specie viste le incertezze del portiere titolare Keylor Navas: Gigio Donnarumma ha salutato il Milan in estate con l’obiettivo dichiarato di crescere e puntare nuovi obiettivi ma, almeno inizialmente, partirà alle spalle dell’ex portiere del Real nelle scelte di Pochettino. Una gerarchia che l’estremo difensore campione d’Europa sembra avere tutta l’intenzione di sovvertire. E al più presto…



“Voglio giocare io!”

Donnarumma lancia il guanto di sfida a Keylor Navas, e lo fa senza usare mezzi termini nel corso di un’intervista rilasciata alla rete francese Canal+:

Il Psg mi ha cercato e mi ha voluto. E io ho voluto il Psg, la concorrenza non mi fa paura, Navas è un grande portiere, ma sono qui per giocare, la concorrenza fa bene a tutti e due. Sono venuto qui per giocare e quindi darò tutto me stesso per essere titolare, però è giusto che ci sia concorrenza perché fa crescere tanto.

L’ex portiere del Milan quindi prosegue:

La concorrenza con Navas non crea problemi in spogliatoio, e c’è sempre in grandi squadre. Keylor è una bravissima persona, ci siamo salutati, siamo amici quindi non c’è nessun problema. Io però voglio diventare il numero uno al mondo, e per farlo devo diventare il portiere titolare del PSG.

“L’Europeo, che emozione!”

Donnarumma è arrivato al PSG con la medaglia di Campione d’Europa ancora al collo e ha provato a spiegare così le sue emozioni per il rigore decisivo parato contro l’Inghilterra all’emittente francese:

Sul momento ho guardato l’arbitro, perché adesso il Var ti controlla se hai un piede sulla linea quando parte la palla, quindi sei sempre lì per vedere se è tutto ok. Poi mi sono girato e mi sono trovato tutti addosso e da lì è scattato tutto, non ho più capito nulla, ma è stata l’emozione più grande della mia vita. Almeno fino a questo momento.