Disposti a tutto, pur di tenere Gigio Donnarumma. Parole e musica di Paolo Maldini, attuale direttore tecnico del Milan targato Elliott, alle prese con lo spinoso caso legato al rinnovo del giovane portiere rossonero, assistito da Mino Raiola, con il contratto in scadenza il prossimo 30 giugno.



Corsa contro il tempo

Il rinnovo di Donnarumma è una corsa contro il tempo. Lo sa bene Maldini, che da un lato predica calma, dall’altro esorta la società a fare di tutto pur di non perdere a parametro zero un calciatore che rappresenta il presente e il futuro del club:

Non considerare Gigio un punto fermo di questo Milan è assolutamente sbagliato. E’ ormai un vero capitano, un leader al pari di Romagnoli, che è il nostro capitano. La società deve provare con tutte le sue forze a trattenerlo al Milan



Il rinnovo in cifre

La situazione è nota: Donnarumma guadagna attualmente 6.5 milioni di euro a stagione: una cifra importante, che ne fa il secondo giocatore più pagato della rosa dietro a Ibrahimovic. Per apporre la tanto sospirata firma sul rinnovo, Raiola chiede un aumento a 8 milioni, mentre il Milan vorrebbe mantenere inalterato l’attuale ingaggio, spalmando la cifra su un numero maggiore di anni. Proposta che Raiola, ad oggi, ha sempre respinto al mittente: le trattative sono ancora in corso, ma la sensazione è che molto dipenderà dalla piega che prenderà il progetto tecnico del Milan. Senza la qualificazione in Champions, difficilmente Donnarumma accetterà di restare ancora a lungo in rossonero…