In pochi possono vantarsi di aver giocato al fianco di CR7 e Messi, tra i fortunati Angel Di Maria, che con Leo ha da sempre un rapporto speciale, così confidenziale da potersi permettere di chiamarlo Nano…

Amici da sempre

Compagni in Nazionale e adesso al PSG, amici da sempre: Di Maria e Messi si intendono a meraviglia, in campo e fuori… Nessuno conosce Leo meglio del Fideo, che lo racconta così:

Per me è il Nano, l’ho sempre chiamato così. Io sono il Fideo e lui è il Nano, sarà sempre così tra noi. A lui piace essere trattato come tutti gli altri e io faccio così. Se lo tratti per quello che è, cioè un alieno, lo metti in una situazione che non gli piace troppo. La realtà è che lui è di un altro mondo, ma per me è Leo il Nano. Ed è un orgoglio aver giocato con tanti altri, ma mi mancava la ciliegina sulla torta, giocare con lui in un club. E dire che ho avuto la possibilità di andare al Barça…

L’apparenza inganna

Di Maria parla anche del suo rapporto con Cristiano Ronaldo, descrivendo il portoghese in modo assai diverso da come appare davanti alle telecamere:

Con me, un fenomeno. Quello che vedi in campo è una cosa, per il resto è un’altra persona. Per il mio primo compleanno come giocatore del Real Madrid avevo invitato alcuni miei amici. Della squadra avevo chiamato Pepe e Marcelo e visto che stavano sempre in giro con Cris ho detto anche a lui se voleva venire da me. Pensavo non lo avrebbe fatto, ma mi ha mandato un messaggio dicendo che sarebbe venuto. Me lo ritrovo a casa, seduto fuori con i miei amici a bere birra, tranquillissimo. Devo dire la verità, mi ha sorpreso tantissimo.