Assalto a Mattia De Sciglio. Il Paris Saint Germain punta tutto sul terzino della Juventus per rinforzare il pacchetto arretrato. L’ex laterale del Milan, esploso sotto la gestione di Massimiliano Allegri, è considerato dai transalpini l’innesto ideale per completare una rosa già stellare, ma che necessita di qualche puntello in grado di garantire quell’equilibrio fondamentale per vincere a livello europeo.

Lo vuole Leonardo

L’uomo mercato dei parigini lo conosce bene dai tempi del Milan: quando Leonardo, nella stagione 2009-10, muoveva i primi passi da allenatore proprio sulla panchina rossonera, il giovane Mattia calcava ancora i campi in terra battuta delle giovanili guadagnandosi anche l’etichetta di nuovo Maldini.

Un difensore completo

Forse, dirà qualcuno, De Sciglio ha poi tradito le tante attese riposte sul suo precoce talento. E può anche darsi, visto e considerato il ruolo un po’ da comprimario ricoperto nel ciclo bianconero. Resta il fatto che stiamo parlando di un giocatore tatticamente molto ordinato, ormai ambidestro e capace di ricoprire il ruolo su entrambe le fasce. E, all’occorrenza, conosce movenze e schemi per giocare da difensore centrale. Stiamo quindi parlando di un difensore completo.

Ipotesi scambio

Il Psg però non ha tempo da perdere. Vincere, si sa, è una malattia, specie quando si ha un fatturato monstre e risultati, almeno in Europa, zero. Per alzare trofei, la storia del calcio insegna che, oltre alle stelle, servono anche i cosiddetti equilibratori. Ecco spiegato come mai il club di Al-Khelaïfi sarebbe pronto a mettere sul piatto almeno dieci milioni di euro più un giocatore, si parla di uno tra Meunier e Kurzawa.

No di Paratici, ma…

Offerta respinta al mittente, almeno per il momento. Paratici vorrebbe infatti far alzare la posta ai francesi per realizzare una ricca plusvalenza su un giocatore pagato, appena due anni fa, circa 12 milioni di euro.