16 novembre 1994, una data apparentemente insignificante ed invece a suo modo storica: in pochi forse si ricordano di quando la maglia dell’Italia cambiò colore, passando dal tradizionale azzurro ad un insolito rosso…

Accadde a Caltanissetta

L’Under 21 di Cesare Maldini sfida la Croazia nelle qualificazioni all’Europeo di categoria: ad ospitare il match è lo stadio Marco Tomaselli di Caltanissetta… Il pubblico è quello delle grandi occasioni, tifosi da ogni parte della Sicilia sono accorsi per ammirare dal vivo il talento di gente come Del Piero, Cannavaro e Tacchinardi, ma quando le due squadre si apprestano a scendere in campo, salta fuori un imprevisto dell’ultimo minuto…

Missunderstanding

Per via di un banale missunderstanding, Italia e Croazia si presentano all’appuntamento entrambe in maglia bianca: il direttore di gara chiede quindi alla nostra formazione di scendere in campo in azzurro, ma le tradizionali divise casalinghe non sono sbarcate in Sicilia con la squadra… Che si fa, dunque?

Colpo di genio

La soluzione è certamente poco ortodossa, ma indubbiamente efficace: il rappresentante federale al seguito della squadra contatta la Nissa, compagine locale che milita in Eccellenza e disputa le partite interne al Tomaselli, chiedendo in prestito le divise da gioco… Il club siciliano ovviamente acconsente e mette a disposizione degli Azzurrini le proprie maglie: Italia per la prima volta in rosso, colore mai vestito prima, ma fortunato, dal momento che la nostra Under 21 supera quella croata per 2-1!