Strana storia, quella di Simon Kjaer. Il difensore danese, arrivato come rincalzo last minute della sessione di mercato, potrebbe essere il primo acquisto rossonero della stagione 2019/20…

Perno della difesa

Stefano Pioli non ha mai avuto dubbi: quando era a disposizione, Kjaer ha sempre giocato. E da titolare: sette le sue presenze tra campionato e coppa Italia per un totale di 329 minuti giocati. I numeri dicono che, con il suo inserimento al centro della difesa, la squadra ha tratto importanti benedici: delle sette partite in cui il danese è sceso in campo il Milan ne ha vinte ben cinque e ne ha persa solo una.

Riscatto in agenda

In un mercato nel quale appare complicato trovare difensori affidabili a prezzo contenuto, il riscatto di Kjaer appare una priorità assoluta nell’agenda dei dirigenti rossoneri. Bastano infatti 2,5 milioni di euro per mettere sotto contratto un difensore di buon livello e di comprovata esperienza internazionale (ha giocato in sei diversi campionati e vanta quasi 100 presenze con la nazionale danese): tanto chiede il Siviglia per liberarsi dell’ingaggio dell’ex difensore di Palermo e Roma. Da Casa Milan ci stanno pensando seriamente: salvo imprevisti (o infortuni in quest’ultima parte di stagione) ci sarà anche Kjaer nel Milan del futuro.