Sembrava tutto fatto, nelle ultime ore di mercato, per il clamoroso passaggio di Cristiano Ronaldo al Manchester City, poi un blitz dello United ha fatto tornare all’ovile il portoghese, che con i Red Devils è diventato grande e si è imposto sulla scena internazionale. Ma cos’è successo davvero in quei momenti? Cosa ha portato Ronaldo a dire no alla corte di Guardiola?



Ci ha pensato Sir Alex…

Vederlo indossare la casacca azzurra del City sarebbe stato troppo doloroso, e così Sir Alex Ferguson ha preso in mano il telefono e ha provato ad aggiustare le cose, a modo suo. Questa la sua ricostruzione ai microfoni del podcast ufficiale del club:

Molte persone hanno fatto la loro parte. E anche io ho contribuito sapendo che Cristiano voleva davvero venire qui. La società ha seguito l’evolversi della situazione, io ho parlato con i Glazers, e l’affare si è concluso. L’importante è che tutto sia andato per il verso giusto. E più che emozione, nel rivederlo, ho provato sollievo. Mi sono sentito davvero sollevato nel vederlo in Inghilterra con la maglia dello United. Non potevo neanche immaginare di vederlo giocare per il City