Nell’ultima settimana, prima ha fermato (e ‘spaventato’) Milan e Lazio in trasferta; poi ha battuto in rimonta la Juventus con un 2-1 davanti al pubblico amico.

Il Verona di Ivan Juric è – a tutti gli effetti- una delle note più liete di questo inizio campionato. Delle tre neopromosse, la società scaligera è l’unica che sembra avere già a portata di mano la quota salvezza dei 40 punti…

Il segreto? La difesa!

Qual è il segreto della sorprendente cavalcata della squadra di Juric? Risposta semplice: la difesa. Con soli 24 gol subiti in 23 partite, gli scaligeri vantano la quarta miglior difesa del torneo. Praticamente solo Inter, Lazio e Juve hanno fatto di meglio.

Il Verona di Ivan Juric

Già pronto un tesoretto

E poi c’è il mercato che, per ogni provinciale che si rispetti, è quasi rigorosamente in uscita. La squadra del Presidente Setti ha scoperto, valorizzato e già venduto i suoi gioielli Amrabat e Rrahmani, passati rispettivamente a Fiorentina e Napoli per una somma complessiva di 34 milioni. Tradotto: la prossima stagione è garantita!

Amrabat (Verona)

Juric, scommessa vincente!

Pochi tra i tifosi del Verona ci avrebbero scommesso e, invece, il tecnico croato si sta dimostrando il vero valore aggiunto di questo inizio di stagione. Juric ha saputo fare di necessità virtù, programmando un mercato di occasioni e di giovani talenti da valorizzare: ha chiesto e ottenuto i fedelissimi Miguel Veloso e Lazovic (già avuti a Genova) e su di loro ha impostato il suo particolare 3-4-2-1 che, finora, ha garantito equilibrio in tutte le zone del campo. Già pronto per lui il rinnovo automatico in caso di salvezza: lo prevede una clausola del suo contratto.

Ivan Juric, allenatore Verona

Imbattuti da 8 partite

L’Hellas di Juric è ancora imbattuto in questo 2020 ma, più in generale, sono 8 le partite di campionato senza sconfitta (4 vittorie e 4 pareggi, mietendo vittime illustri come la Juve di Sarri).

In pochi giorni, i veneti hanno affrontato un vero e proprio ciclo di ferro: dopo Milan e Lazio in trasferta, il trionfo al Bentegodi ai danni della Juventus. Domenica prossima il derby del nord-est contro l’Udinese di Gotti. Partite che possono valere una stagione, insomma. Ma questo Verona non deve aver paura di niente e di nessuno. E non deve smettere di stupire!