A volte, anche nel calcio, ci si affida alla divina provvidenza. Con risultati alterni, potrebbe obiettare qualcuno, ma tra quelli altamente soddisfatti della propria devozione c’è senza dubbio Everson, portiere-eroe dell’Atletico Mineiro che ha trasformato il calcio di rigore decisivo per mandare i suoi ai quarti di finale della Copa Libertadores, l’equivalente della Champions League sudamericana…

Boca ko ai rigori

Dopo lo 0-0 dei 90′, la gara tra Atletico Mineiro e Boca Jr si è quindi conclusa con la lotteria dei calci di rigore: decisivo il rigore del portiere dell’Alvinegro Everson, che ha calciato con il rosario tra le dita pescando una parabola (è proprio il caso di usare questa parola!) imparabile per il collega del Boca. Il verdetto del campo dice che l’Atletico Mineiro supera così gli Xeneizes ed accede ai quarti di finale della Copa, ma negli spogliatoi è andata in scena una vera e propria rissa, che ha coinvolto dirigenti, calciatori, staff di entrambe le società. Dalla delegazione del Boca, così pare, sarebbero stati visti lanciare verso gli agenti della security transenne e persino un lavandino. 8 le persone fermate dalla polizia.