Come sta davvero Alexis Sanchez? Quali sono le sue reali condizioni dopo gli impegni con la Nazionale? Il cileno sarà disponibile per il derby oppure no?

Dipende da lui

A far chiarezza sulle condizioni di Sanchez è Antonio Conte, che risponde così a chi gli domanda se il cileno sia abile e arruolabile per il big match col Milan:

Vedremo, dirà lui se ce la fa. E’ tornato con un affaticamento muscolare ieri sera tardi. Faremo delle valutazioni oggi durante l’allenamento e cercheremo di essere molto attenti perché questa gara è la prima di un ciclo di sette partite in cui dovremo giocare ogni tre giorni. Ci prenderemo il giusto rischio. Ci confronteremo anche col giocatore per capire le sue condizioni e sensazioni. Non escludo nulla in questo momento.

Chance per Eriksen?

Eriksen o Brozovic? Il tecnico nerazzurro non scioglie i dubbi sul ballottaggio tra il danese e il croato, ma assicura che l’ex Tottenham troverà il suo spazio nel corso di una stagione ricca di impegni:

Ho meno problemi di altre volte, visto che ho a disposizione solo quattro centrocampisti. Domani sarà solo la prima partita di sette match importanti ogni tre-quattro giorni. Per forza di cose ci saranno delle rotazioni necessarie. Sono tranquillo in questo senso. Tutti saranno protagonisti e sto lavorando con tutti perché tutta la rosa sappia cosa c’è da fare. L’importante è che ci sia grande disponibilità. Farsi trovare pronti e avere un buon impatto sul match. Se all’Inter giochi poco o meno Eriksen non lo so. Secondo me sta giocando il giusto. Il prendo sempre le decisioni per il bene della squadra. Io sono contento di quello che sta dando all’Inter e di come si sia integrato e credo che anche lui sia felice di lavorare con noi. Ci sarà spazio per lui e per tutti quanti. Sarà una stagione lunga, difficile ed estenuante. Devo fare delle scelte e credo che Eriksen abbia avuto il suo spazio e dimostrato il suo valore come gli altri.