Che succede ad Angel Di Maria? Quello che si aggira sul campo come un fantasma non è il calciatore decisivo di un tempo…

Meglio Rafinha

La crisi dell’ex Real e United, unita al cambio di modulo, lo ha relegato in panchina a beneficio di Rafinha, fondamentale nel nuovo 5-3-2 di Tuchel:

Mi sembra che Angel abbia perso la facilità di fare certe cose che prima per lui erano semplici, ma è così che va. Abbiamo cambiato schema, negli ultimi minuti contro il Lipsia, a Manchester, contro il Basaksehir e a Montpellier. Con questo 5-3-2 siamo più forti, è più semplice per Rafinha giocare a centrocampo, è più decisivo.

Fiducia immutata

Malgrado il momento no di Di Maria, la fiducia di Tuchel nei suoi confronti non è venuta meno:

Ma è una decisione momentanea. Non smetterò mai di credere in Angel. È un qualcosa che è nella mia testa, nel mio cuore, anche se al momento le cose per lui non sono semplici. Oggi ci ha provato di nuovo, ma gli manca quel qualcosa in più. È più complicato per lui, ma questo non conta.