C’è sempre un caso Balotelli a tenere banco in casa Brescia. Ma questa volta non a causa delle Balotellate del calciatore bresciano, bensì per una battuta decisamente fuori luogo del suo presidente, Massimo Cellino.

“Balotelli è nero…”

Il contesto è l’assemblea della Lega Serie A dove il numero 1 delle Rondinelle era presente questa mattina. E, a precisa domanda su cosa stia succedendo a Mario Balotelli, il vulcanico presidente ha risposto così:

Succede che è nero, sta lavorando per schiarirsi ma ha tante difficoltà

“Mario, basta social!”

Una risposta che ha lasciato di stucco i cronisti presenti. Una battuta (se tale voleva essere) al limite del politically correct. Il tutto poche settimane dopo il caso di razzismo denunciato proprio da Balotelli a Verona nella gara contro l’Hellas. Cellino ha quindi rincarato la dose, esternando pubblicamente tutta la sua perplessità per le prestazioni di Balotelli:

L’ho preso perché lo consideravo un valore aggiunto, deve dare risposte sul campo, non sui social. Grosso ha fatto un errore in conferenza stampa parlando di lui e non della squadra. Dobbiamo parlarne il meno possibile e spegnere questi social. Sono la bestia del 2000

https://www.instagram.com/p/B21CVWoofTW/

La precisazione

Accuse di razzismo che il numero uno bresciano respinge al mittente con decisione all’uscita dall’Assemblea della Lega Serie A:

Chi mi ha dato del razzista? Se scrivete tutte le cazzate che dico non smettete piu’ di scrivere. Io non mi devo discolpare di una cosa alla quale non credo. La cosa tragica e’ che non sapete piu’ cosa scrivere. Se chiarisco faccio ancora piu’ danni, le persone per bene mi conoscono

Crisi Brescia

Il Brescia si trova al momento impantanato all’ultima posizione in classifica: le Rondinelle hanno raccolto appena 7 punti in 12 gare e sono reduci da un cambio in panchina da Corini a Grosso che però non ha portato i risultati sperati. Due sconfitte su due gare per l’ex allenatore del Verona, e sabato ci sarà l’attesissimo derby contro l’Atalanta.

Delusione Balo

A tutto ciò va aggiunto il rendimento insoddisfacente dell’attaccante ex Milan e Manchester City. Arrivato in estate accompagnato da molte aspettative e dall’entusiasmo dei tifosi, Balotelli ha segnato appena due reti in sette partite, non venendo nemmeno convocato da Grosso per la sfida contro la Roma. Dopo aver saltato per squalifica le prime quattro giornate di campionato, Supermario non è ancora riuscito a trovare una continuità di rendimento accettabile per diventare un punto di forza della Leonessa.