C’è un francese contento per l’errore dal dischetto di Mbappé contro la Svizzera: chi sarà mai?

Non tutti i mali…

Se è vero che non tutti i mali vengono per nuocere, il rigore sbagliato contro la Svizzera potrebbe rivelarsi addirittura un bene per Kylian Mbappé, almeno secondo Adil Rami, convinto che le delusioni contribuiscano a forgiare il carattere di un giovane calciatore, spingendolo a migliorarsi:

Da qualche parte ho letto che non è nemmeno male per Mbappé aver sbagliato quel rigore. Deve attraversare questi tempi, cadere, fallire, essere criticato, maturare e capire cos’è il calcio. Per qualche motivo sono contento di vedere come soffre, perché so che grazie a questo riuscirà a vincere il Pallone d’Oro.

Crescerà…

Forse si pretende troppo da Mbappé, dimenticando la sua ancor giovane età, che inevitabilmente lo induce a commettere degli errori, ma il tempo lo aiuterà a correggere i difetti:

Il suo carattere? Non mi stupisce, perché l’ho vissuto anche io nel 2018. Vuole essere il migliore e fare come il suo idolo (Cristiano Ronaldo ndr). Ma non dobbiamo dimentcare che è ancora un ragazzino di 22 anni e può migliorare. Le sue scelte non sono perfette e crescerà.