Casemiro pazzo di Ancelotti: ecco perché…

Maestro di calcio

Da uno come Carlo Ancelotti c’è sempre tanto da imparare, anche se ti chiami Casemiro e sei titolare del Real e della Nazionale brasiliana:

Ogni allenatore ha il suo metodo di lavoro e fortunatamente ci stiamo adattando molto bene al metodo di Carlo, esattamente come è successo con Zidane. Fra i due ci sono differenze ma voglio sottolineare un particolare che mi ha colpito molto. Ancelotti è un uomo di 62 anni, con più di 40 spesi nel calcio e nonostante abbia già vinto tutto il vincibile, conserva una determinazione straordinaria. Ha una esperienza incredibile, ci sta insegnando davvero tanto.

Privilegio raro

Giocare nel Real e far parte della sua gloriosa storia rappresenta un privilegio per Casemiro, orgoglioso di poter vestire la camiseta blanca al fianco di campioni come Modric e Benzema:

È un privilegio giocare per così tanti anni nel più grande club del mondo e penso che avrò la portata di ciò che sono riuscito a costruire nella mia carriera solo quando tutto questo sarà finito. Giocare insieme con calciatori del calibro di Modric e Kroos è un privilegio. Apprezzerò per sempre aver giocato con loro per così tanto tempo. Un giorno potrò raccontare ai miei nipoti che ho potuto giocare con due giocatori eccezionali, due icone del calcio. Sono molto contento anche per Vinicius, sta attraversando un grande momento di forma e ha grandi potenzialità. Benzema invece non ha bisogno di presentazioni, è da Pallone d’Oro.