Dopo mesi di stallo, la trattativa per il rinnovo di Hakan Çalhanoglu con il Milan potrebbe essere arrivata al tanto atteso punto di svolta. A sbloccare la situazione un summit andato in scena ieri pomeriggio a Casa Milan: presenti, oltre al numero 10 rossonero, anche i dirigenti Paolo Maldini e Frederic Massara, che hanno voluto tastare l’umore del calciatore in assenza del suo agente Gordon Stipic.



Firma sempre più vicina

Si è trattato, secondo quanto riporta Sky Sport, di un incontro informale volto da un lato a ribadire l’impegno della società a voler trovare al più presto una soluzione, dall’altro per capire le reali intenzioni di Çalhanoglu senza il fisiologico condizionamento del suo agente. E l’esito sarebbe stato decisamente positivo: non si è parlato nel concreto di cifre, ma entrambe le parti si sarebbero dette piuttosto ottimiste per la fumata bianca, possibile già nelle prossime settimane.



Un nuovo patto col Diavolo

Il turco, 26 anni, vedrà il proprio contratto con i rossoneri scadere il prossimo 30 giugno: la distanza tra la richiesta del numero 10 e l’offerta del club si è progressivamente ridotta e tutto lascia pensare che si andrà incontro ad un accordo quadriennale a 4,5 milioni di euro a stagione. Una trattativa che va avanti ormai da diversi mesi e che tiene con il fiato sospeso i tifosi rossoneri, preoccupati all’idea di perdere (a parametro zero) il proprio fantasista. Che però, stando a quanto filtrato dopo l’incontro, sarebbe pronto a firmare un nuovo patto col Diavolo.