Leo Messi per lui è come un figlio, lo ha dichiarato più volte. Tanto che più volte aveva dichiarato di non poterlo immaginare lontano da Barcellona: Samuel Eto’o non riesce a farsi una ragione della crisi tra Messi e il Barça ma, dopo mesi di rumors, sembra ormai rassegnato ad un imminente addio della Pulce



“Leo per me è come un figlio”

Insieme hanno scritto pagine importanti di storia blaugrana: quando Samuel Eto’o sbarcava in Catalogna reduce dall’esperienza a Maiorca, un giovanissimo Messi veniva aggregato alla prima squadra dall’allora allenatore Frank Rijkaard, che a fine anno avrebbe riportato la Champions a Barcellona. E, appena qualche settimana fa, l’ex stella camerunese parlava così del suo ex compagno:

Voglio che il Barcellona vinca il campionato e spero che il mio Maiorca torni nella massima categoria.  Sono felice, perché mio figlio Messi è rimasto a casa sua. Ma al Barça servono altri calciatori con DNA blaugrana, Messi da solo non basta.



“Dopo Messi ecco su chi puntare!”

Intanto Eto’o, preso atto del probabile addio della Pulce, ormai vicino al Manchester City di Guardiola, suggerisce al Barça i nomi giusti con cui sostituire l’argentino:

Fossi nel Barça per il dopo Messi prenderei Kylian Mbappé e il giovane Youssufa Moukoko del Borussia Dortmund, che ha solo 15 anni ma sarà un futuro campione. Lo dico pur sapendo quello che Leo ci ha dato e continuerà a darci in questi mesi, anche se l’età avanza per tutti…

Copy: ZeusPES