125 anni di calcio nel Friuli, 125 anni di Udinese! Il club bianconero è considerato uno dei grandi pionieri del football nel Belpaese: fondata nel 1896, l’Udinese è la seconda squadra più antica dell’attuale serie A dopo il Genoa, fondato nel 1893 e considerato per questo il club più antico d’Italia. Scopriamo insieme chi sono i 5 grandi campioni della storia bianconera…

5 campioni bianconeri

  • ZICO
    Senza dubbio il giocatore più iconico ad aver vestito la gloriosa casacca bianconera: il suo arrivo nel 1983 mise in crisi i rapporti tra la città friulana e la Federcalcio, che inizialmente aveva vietato l’acquisto di calciatori stranieri. Di fronte alla minaccia della città friulana di una secessione, il Coni annullò la norma delle federcalcio e l’Udinese potè ingaggiare il suo campione per due anni di grande calcio…

  • TOTO’ DI NATALE
    Altro grande simbolo di friulanità, quantomeno acquisita: arrivato nel 2004 dall’Empoli, Di Natale legò la propria carriera a Udine, dove rimase per 12 anni diventando capitano e primatista di reti (191) e di presenze (385). In carriera ha vinto per due volte il titolo di Capocannoniere.

  • OLIVIER BIERHOFF
    Una delle più grandi scoperte nella trentennale gestione di Giampaolo Pozzo: lo spilungone tedesco arrivò dall’Ascoli nel 1995 con la fama di uno che faticava a buttarla dentro ma, in Friuli, si trasformò in una macchina da gol. Tre anni da 62 gol complessivi e la soddisfazione di vedere un calciatore dell’Udinese vincere, da assoluto protagonista, un campionato Europeo con la sua Germania, segnando in finale il primo golden gol della storia.

  • MARCIO AMOROSO
    Tre stagioni ad Udine anche per Marcio Amoroso, talentoso attaccante brasiliano destinato poi ad incantare l’Europa con le maglie di Parma e Borussia Dortmund. Sbarcato in Friuli per appena 7 miliardi di lire, Amoroso, in coppia con Bierhoff trascinò l’Udinese di Zaccheroni ad un clamoroso terzo posto in classifica, che ancora rappresenta il miglior risultato di sempre nella storia della società bianconera.

  • NESTOR SENSINI
    Uno dei jolly più apprezzati nella storia del calcio italiano, Sensini è stato un giocatore universale, capace di interpretare ruoli diversi garantendo un impegno e una dedizione fuori dal comune. La sua carriera europea cominciò ad Udine nel 1989, proseguì in Friuli fino al 1993 per poi ritrovare la maglia bianconera a fine carriera, dal 2002 fino al 2006, anno del suo ritiro dal calcio giocato. Il 22 gennaio 2006 contro la Roma stabilì il record (poi migliorato dal connazionale Zanetti) di calciatore straniero più anziano ad essere sceso in campo in serie A all’età di 39 anni e 102 giorni.