Faustino Asprilla se la prende con Zinedine Zidane. Nessun duello del calcio d’altri tempi, però: la rabbia del colombiano si riversa contro l’attuale tecnico del Real a causa dello scarso utilizzo del connazionale James Rodriguez, rientrato la scorsa estate dal prestito biennale al Bayern Monaco.

“James capocannoniere al mondiale”

E’ un fiume in piena l’ex giocatore del Parma. Nel corso di un’intervista ad una tv sudamericana, Asprilla ha aspramente criticato il tecnico del Real per le sue scelte:

James non è un irresponsabile, si allena ogni giorno, come tutti gli altri. Gli allenatori dicono sempre la stessa cosa, che tutti i giocatori sono uguali e così motivano le riserve. Ma ci sono solo 3 o 4 giocatori che entrano sempre. Non ditemi che il capocannoniere di una Coppa del Mondo come quella del 2014 in Brasile possa essere dietro Mariano Diaz o non so chi nelle scelte. 

“Ecco cosa avrei detto a Zidane”

Genio in campo e sregolatezza fuori, Asprilla è sempre stato conosciuti per i suoi comportamenti ‘sopra le righe’, tanto per usare un eufemismo. E anche ora che si è ritirato, il colombiano non usa mezzi giri di parole per spiegare cosa avrebbe fatto a Zidane se si fosse trovato nella situazione di James:

Ci vuole rispetto e basta. James è paziente, io avrei invitato Zidane a mangiare m***a. Senza neanche pensarci troppo…

Incorreggibile, Tino Asprilla. Proprio come ce lo ricodavamo in campo.
E fuori.

Copy:  BoO7a