Carlo Ancelotti chiama Cristiano Ronaldo. Al Real Madrid. L’indiscrezione è arrivata nella notte dalla Spagna come un fulmine a ciel sereno: l’allenatore emiliano, da sempre grande estimatore del portoghese, che ha già allenato proprio ai Blancos tra il 2013 e il 2015, starebbe facendo pressing sul calciatore e sul suo entourage per un clamoroso ritorno a Madrid. Lo ha rivelato il giornalista spagnolo Edu Aguirre nel corso della trasmissione El Chiringuito Tv:

Un allenatore conosciuto sta lottando per prendere Cristiano. L’operazione è possibile, anche se dipende da tante cose. Tutto inizia con la volontà del tecnico, espressa nelle ultime settimane. Ronaldo non si è pronunciato perché ancora non c’è nulla. L’allenatore è Carlo Ancelotti. Sta insistendo perché torni. L’opzione è lì. Può essere che vada in porto o no, però Ancelotti ha iniziato tutto. Da parte di Cristiano non c’è nulla. È stato Ancelotti a muoversi



“Voglio molto bene a Cristiano”

Lo stesso Ancelotti, in sede di presentazione da nuovo allenatore del Real, aveva risposto così a chi gli chiedeva di un possibile ritorno del calciatore portoghese tra le fila dei Blancos:

Voglio molto bene a Cristiano, però non mi piace parlare dei giocatori che sono in altre squadre. Ha un contratto con la Juve e non mi sembra corretto parlare di lui. Posso parlare del bene che gli voglio e della felicità che ho per quello che sta facendo. Un giornalista mi ha chiesto se fosse a fine carriera, io gli ho risposto che ha segnato 35 gol

Un entusiasmo che però Florentino Perez, patron del Real, aveva subito smorzato definendo “impossibile” un ritorno del 5 volte Pallone d’Oro. Questo prima che Ancelotti alzasse il telefono…