Già allenatore a 18 anni? Possibile? Se state pensando ad uno scherzo, vi assicuriamo che non lo è affatto!

Neo patentato

Ha appena preso la patente, ma già siede sulla panchina del Caerwys, club gallese dalla storia ultracentenaria: stiamo parlando del diciottenne Jordan Hadaway, il più giovane allenatore al mondo! A dispetto dell’età, il ragazzino sa farsi rispettare all’interno dello spogliatoio, mostrandosi autorevole agli occhi dei suoi calciatori, alcuni dei quali assai più anziani di lui:

Nonostante la mia età mi sono sempre sentito in grado di guadagnarmi il rispetto dei miei ragazzi. Ho detto loro ‘se non mi volete qui, basta che me lo diciate’. Abbiamo calciatori esperti, il più vecchio ha 36 anni, ma i senatori sono quelli che tengo più vicini a me. Se mi chiamano ‘mister’? Certo, lo fanno, ed è ancora abbastanza strano per me. E non ho certo paura di rimproverarli se è necessario, anche se finora non ce n’è stato bisogno, visto che stiamo andando benissimo.

Un tecnico da Real

Consapevole di non essere destinato ad una brillante carriera da calciatore, Jordan ha deciso di intraprendere quella da allenatore, meritandosi la chiamata del Real Madrid a soli 18 anni:

Sapevo che non sarei diventato un calciatore professionista, quindi non vedevo perchè continuare a provarci. Ero uno da sei, sette in pagella ogni partita, ma non superavo mai la linea di metà campo. Mi hanno raccomandato al Real Madrid, che ha aspettato che prendessi il patentino UEFA B, e adesso sono uno dello staff dei Blancos. È una posizione privilegiata, poter conoscere campioni del livello di Raul, Arbeloa, Roberto Carlos e Solari. Mi piace tantissimo.