È una splendida tradizione del calcio mercato rossonero! A ogni sessione, il tifoso del Milan comincia a sognare un oscuro oggetto del desiderio, che spesso è diventato prima luminoso e poi una bellissima realtà. Ricordo, in quella lontana estate del 1986, quando il Presidente Silvio Berlusconi regala al popolo milanista Roberto Donadoni, soffiandolo alla Juventus. Un giorno, a metà degli anni ’90, si sparge la voce che i dirigenti rossoneri puntino addirittura a Roberto Baggio. Dopo qualche settimana, lo vedo spuntare dai vialetti di Milanello insieme a Weah, Simone, Boban, Savicevic e Di Canio.

Passa qualche anno. Adriano Galliani lavora sull’acquisizione di un altro Campione infinito, Manuel Rui Costa. Che urlo in quella notte, davanti al ristorante “la Risacca”, del dirigente rossonero, quando Silvio Berlusconi concede il via libera all’operazione! Un altro giocatore, già idolo prima che arrivasse dopo una trattativa lunga e disperata, è Alessandro Nesta, diventato poi uno dei più grandi nel Milan dei “Meravigliosi”. Chiudiamo i cenni storici, volando, nel tempo, a un anno fa, quando sembra impossibile che i plenipotenziari del mercato possano strappare alla concorrenza il talento più lucente, il prospetto più interessante fra i giovani italiani, Sandro Tonali. Non è stato un’annata positiva per l’ex bresciano ma, a “ Casa Milan “, aspettano di rivederlo ai suoi eccellenti livelli già nelle prime partite della prossima stagione.

“È un acquisto impossibile ma…”

Anche questa estate 2021 ha un suo gioiello, che i tifosi sognano di vedere presto nel già lucente negozio del Milan. E’ un Campione da San Siro, è un numero dieci che unisce alla qualità del tocco la concretezza negli ultimi sedici metri. Il suo nome è Rodrigo De Paul, argentino oggi all’Udinese, ma destinato, e lo sanno in Friuli, a lasciare la squadra che lo ha lanciato. “È un acquisto impossibile, ma ….!”. Ci appigliamo a quel “ma”, che ha un significato profondo e foriero di buone prospettive. Tutto certamente si complicherà, forse irrimediabilmente, se arrivasse un club pronto a offrire 35/40 milioni cash. Il tentativo dell’Atletico Madrid, 20 milioni più Perez, difensore centrale del Granada, non sembra intanto quello vincente. L’Udinese ha già accettato di sedersi al tavolo con il Milan perché nella rosa rossonera ci sono giocatori giovani e con un ingaggio sostenibile, che possono interessare alla famiglia Pozzo. Uno su tutti Hauge, ma anche Pobega o Gabbia. Inserendo una contropartita tecnica, la cifra potrebbe dunque scendere e diventare interessante e accessibile per le casse rossonere. “Casa Milan” ha sondato anche lo storico agente di De Paul, Augustine Jimenez, per modulare la cifra relativa all’ingaggio. Contatto ritenuto positivo. Rodrigo ha dato mandato a Mino Raiola per eventuali destinazioni estere, ma per quanto riguarda il mercato italiano dovrebbe essere ancora Jimenez a discutere con i club interessati. Insomma la strada è irta, ma senza ostacoli insuperabili. Con la speranza, che, come nel passato, questo sogno diventi una magnifica realtà, una realtà da Champions League!